Interventi post sisma: finalmente al sicuro la Rocca di Arquata

Interventi post sisma: finalmente al sicuro la Rocca di Arquata

Terminati i lavori di messa in sicurezza intrapresi lo scorso gennaio dall’Impresa Sparti Cinque mesi per garantire sicurezza al patrimonio storico culturale di Arquata del Tronto. Come preannunciato ad inizio anno sono stati chiusi nei tempi previsti i lavori di messa in sicurezza della Rocca di Arquata del Tronto, simbolo della resistenza di un territorio duramente colpito dal sisma del 2016 e del 2017. Sotto l’attenta supervisione del Mibact, la Sovrintendenza dei Beni Culturali abbiamo intrapreso uno fra i cantieri più delicati che la nostra azienda abbia mai affrontato. Una lotta contro il tempo e contro le intemperie e le particolari condizioni di disagio per chiudere la prima fase di messa in sicurezza della Rocca Medioevale del 1200, che fronteggia ancora sul versante ovest di quello che era l’antico incasato di Arquata. Nell’ultimo periodi ci siamo occupati delle fasi centrali della messa in sicurezza della Rocca. Siamo intervenuti laddove è avvenuto il crollo delle mure perimetrali eseguendo lavori di sbadacchiatura con tavoloni e legnami, con iniezioni di cemento filtrato per evitare altri sgrottamenti dei materiali di riempimento delle mura d’inizio medioevo. All’interno abbiamo eliminato le  coperture centrali sfondate, completato i lavori di sgombro e l’installazione dei ponteggi a tubo giunto anche sulle pareti perimetrali interne che hanno donato maggiore stabilità al cortile centrale della Rocca. Anche il Mastio Quadrangolare, l’imponente torre costruita nel XI secolo un tempo luogo di difesa ed avvistamento, è stato completamente messo in sicurezza. Circondato da ponteggi a tubo e giunto con il suo nuovo “cappotto”, un rivestimento con fodera in fibra, ha recuperato solidità ed è riuscito a mantenere i due merli, accuratamente ingabbiati, che miracolosamente...
LA ROCCA AL SICURO: proseguono i lavori della messa in sicurezza della rocca di Arquata

LA ROCCA AL SICURO: proseguono i lavori della messa in sicurezza della rocca di Arquata

Con l’installazione dei ponteggi si dichiara terminata la seconda fase del recupero. Una fitta struttura metallica di sostegno avvolge la temeraria Rocca di Arquata del Tronto, già visibile ad occhio nudo dalla Salaria. Procedono a ritmo serrato gli incessanti lavori di messa in sicurezza della Rocca Medioevale di Arquata del Tronto iniziati a fine dicembre, a seguito degli eventi sismici del 2016 e del 2017. Tanto è stato già fatto: dopo aver liberato la via d’accesso e la fortezza stessa dai detriti – recuperando e catalogando le pietre originali sotto la supervisione dei tecnici del Mibact e della Sovrintendenza dei Beni Culturali– nell’ultimo mese e mezzo ci siamo occupati dell’installazione dei ponteggi con impalcature a tubo giunto. Queste strutture svolgono un ruolo fondamentale fornendo un’imbracatura che protegge la Rocca anche in caso di nuove eventuali scosse; allo stesso tempo saranno utilizzabili per la successiva ricostruzione della Rocca. Completata la fase di installazione dei ponteggi in corrispondenza di entrambe le facciate della Rocca, ci siamo dedicata all’imbracatura delle due torri risalenti al XII secolo. Il ghiaccio e le condizioni atmosferiche sfavorevoli, hanno interrotto forzatamente i lavori che abbiamo ripreso proprio in questi giorni. Il nostro team ha terminato il posizionamento dei ponteggi in corrispondenza del Torrione esagonale e del Mastio quadrangolare. Si è trattata di un’operazione molto delicata, in quanto le sommità di entrambe le torri, costituite da merlature ghibelline, sono state duramente danneggiate dal sisma e hanno demolito completamente la copertura. Una volta terminati i ponteggi esterni, realizzeremo una nuova struttura interna, costituita da due ponteggi a cavalletti, da posizionare a cavallo delle mura e che avrà la funzione di spingere,...
LA ROCCA AL SICURO: iniziati i lavori per la messa in sicurezza della Rocca Medioevale di Arquata del Tronto

LA ROCCA AL SICURO: iniziati i lavori per la messa in sicurezza della Rocca Medioevale di Arquata del Tronto

Cinque mesi per mantenere in vita il patrimonio storico culturale di Arquata del Tronto. Iniziati i lavori per la messa in sicurezza della Rocca di Arquata del Tronto, simbolo della resistenza di un territorio duramente colpito dalle scosse telluriche del 2016 e del 2017 che hanno segnato le Marche e, in particolare, la provincia picena. La gravità delle condizioni in cui imperversa la Rocca di Arquata del Tronto è stata sottolineata anche dall’Arch. Domenico Cardamone, funzionario della Sovraintendenza dei Beni Culturali e responsabile del procedimento, che ha constatato come le scosse telluriche del 2017 abbiano peggiorato la già critica situazione in cui si trovava la Rocca Medievale dopo il sisma del 24 agosto 2016. Con estrema urgenza la nostra impresa è stata chiamata ad intervenire e per i prossimi mesi ci occuperà della messa in sicurezza dell’unica Rocca Medioevale della Regione Marche che conserva ancora la sua struttura originaria e che, tra il fra il 1420 ed il 1435, fu anche residenza della regina Giovanna d’Angiò. Diversi i crolli e le sconnessioni a cui faremo fronte. Le coperture interne e le mura di sommità della Rocca hanno ceduto a causa del crollo delle merlature ghibelline del Torrione esagonale e del Mastio quadrangolare. Quella che ai tempi era la “torre di comando”, punto di controllo e avvistamento strategico sull’intera vallata, non ha retto all’intensità delle sollecitazioni e ha subito anche una retro-traslazione. Lesioni anche ai passanti e alle mura di cinta, dove lo spanciamento delle parti sommitarie delle mura ha causato anche l’espulsione dei materiali. I crolli hanno riguardato anche le caditoie delle mensole di camminamento di ronda e le murature...
EDILIZIA GREEN. Perché scegliere il legno per la tua nuova costruzione

EDILIZIA GREEN. Perché scegliere il legno per la tua nuova costruzione

La bioedilizia assicura numerosi vantaggi di carattere strutturale ed effetti positivi sul clima all’interno degli ambienti. In questo video vogliamo mostrarti alcuni dei buoni motivi per scegliere IL LEGNO: un materiale ideale per realizzare abitazioni private e strutture pubbliche sicure e durevoli, adatto anche ad essere impiegato per solai, tetti, coperture e altre partizioni orizzontali che si legano bene con le murature e le costruzioni miste. Ma perché scegliere questo materiale al posto dei classici mattoni, del cemento e del metallo? In primo luogo, un edificio in legno può vantare eccellenti caratteristiche prestazionali e di efficienza energetica. Oltre a questo, il legno offre una struttura leggera e facilmente lavorabile, con un concreto accorciamento dei tempi di costruzione. Infine, gli ambienti interni di un edificio in legno sono più salubri, e la struttura nel suo complesso è maggiormente sostenibile. La nostra impresa per alcuni degli ultimi lavori ha adottato un sistema costruttivo X-LAM, un’innovativa tecnologia basata sull’utilizzo di pannelli di legno massiccio a strati incrociati. I vantaggi di questo sistema sono molteplici: pur mantenendo la salubrità e le caratteristiche ecologiche tipiche del legno, la tecnica X-LAM permette di costruire edifici in legno su diversi piani mantenendo sempre un ottima stabilità e sicurezza. Un esempio? La scuola di Castiglione dei Pepoli nella frazione di Lagaro in provincia di Bologna. Scegli l’Impresa Edile Sparti per la tua prima costruzione in legno, vi garantiamo l’esperienza la capacità tecnica ed organizzativa di chi ogni giorno guarda al futuro, puntando sul design, sull’efficienza e sulla versatilità delle forme. Contattaci per maggiori info e per una consulenza...
La scuola sicura: un ritorno in classe speciale per i piccoli allievi di Città di Castello

La scuola sicura: un ritorno in classe speciale per i piccoli allievi di Città di Castello

Lunedì 12 Settembre è stata inaugurata la Scuola dell’Infanzia e Primaria “San Secondo” di Città di Castello, una giornata importante per tutta la comunità umbra alla quale ha partecipato anche la nostra impresa. Dal giugno del 2015 ci siamo infatti impegnati nella riqualificazione della struttura che ospita la scuola dell’ Infanzia e la scuola Primaria di con un intervento incisivo di riduzione del rischio sismico. Si è trattato infatti di un opera di miglioramento di alcune strutture già esistenti e piuttosto vulnerabili; l’edificio, realizzato a cavallo tra il ‘76 e ‘77 con la tecnica della prefabbricazione in stabilimento con delle strutture a pannelli-parete, risultava ormai obsoleto e il comune ha deciso di investire per la salute e la sicurezza dei suoi piccoli cittadini. La realizzazione di una complessa struttura perimetrale in ferro saldato nella classe EXC4 ha apportato un miglioramento sismico dell’edificio attualmente in grado di garantire il massimo della sicurezza ai giovani scolari. Al taglio del nastro, oltre ai 120 piccoli alunni entusiasti della rinnovata scuola, erano presenti le autorità, il dirigente scolastico, il sindaco Luciano Bacchetta e il direttore dei lavori l’ing. Diego Migliorati. Un opera socialmente utile festeggiata da tutta la città e una “Una messa in sicurezza necessaria per assicurare alla comunità una scuola sicura e funzionale.L’Amministrazione è soddisfatta perché l’investimento è stato impiegato per aumentare la sicurezza e la qualità della scuola pubblica, un segmento fondamentale della coesione sociale e della crescita futura della nostra comunità” – come dichiarato dal primo cittadino durante l’inaugurazione. Clicca qui per vedere il video Nel nostro piccolo e in questo particolare momento storico in cui il terremoto è tornato a farci visita, siamo...