Chiedi all'esperto

Hai una domanda o cerchi un consiglio nell'ambito delle costruzioni? Non esitare a contattarci!

Consulta le nostre FAQ oppure compila la form di contatto sottostante

Misure di sostegno per gli interventi di messa in sicurezza post-sisma e agevolazioni per l’aumento del livello di efficienza energetica e per il decoro urbano: il Sismabonus, l’Ecobonus e il Bonus Facciate

Sismabonus: cos’è

Il Sismabonus è un’agevolazione fiscale che consente a privati e società di detrarre dall’IRPEF o dall’IRES una parte delle spese sostenute, dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2021, per interventi riguardanti la messa in sicurezza statica delle abitazioni e degli immobili a destinazione produttiva situati nelle zone ad alto rischio sismico. La percentuale di detrazione e le regole per poterne fruire sono diverse a seconda dell’anno in cui è avvenuta la spesa.

Ecobonus: cos’è

L’Ecobonus è un’agevolazione fiscale che consente a privati e società di detrarre dall’IRPEF o dall’IRES una parte delle spese sostenute, fino al 31 dicembre 2018, per interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti (abitazioni monofamiliari e immobili a destinazione produttiva o commerciale) e fino al 31 dicembre 2021 per i medesimi interventi eseguiti su parti comuni dei condomini. In particolare, i titolari di reddito d’impresa possono fruire della detrazione solo con riferimento ai fabbricati strumentali utilizzati nell’esercizio dell’attività imprenditoriale.

Bonus Facciate: cos’è

Il Bonus Facciate è un’agevolazione che consiste in una detrazione d’imposta, da ripartire in 10 quote annuali costanti, pari al 90% delle spese sostenute nel 2020 per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici, compresi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna. Sono soggetti all’agevolazione solo gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi.

Chi sono i diretti interessati che possono usufruire di queste agevolazioni?

Sismabonus

Il Sismabonus è rivolto sia ai contribuenti soggetti all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) sia ai soggetti passivi dell’imposta sul reddito delle società (Ires). Gli interventi possono essere realizzati su tutti gli immobili di tipo abitativo e su quelli utilizzati per le attività produttive, situati sia nelle zone ad alto rischio sismico (zone 1 e 2) sia nelle zone sismiche a minor rischio (zona sismica 3), indicate nel dettaglio nell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri n. 3274 del 20 marzo 2003.

Ecobonus

L’Ecobonus è rivolto a tutti i contribuenti, residenti e non residenti, che possiedono l’immobile oggetto di intervento. Oltre ai proprietari, tra gli altri possono fruire dell’agevolazione i titolari di un diritto reale sull’immobile; i condòmini (per gli interventi sulle parti comuni condominiali); gli inquilini; i comodatari. Inoltre, la detrazione può essere fruita dal familiare convivente con il possessore o il detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (coniuge, componente dell’unione civile, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado) e dal convivente more uxorio. La detrazione va ripartita in 10 rate annuali di pari importo.

Bonus Facciate

Il Bonus Facciate è applicabile agli immobili siti all’interno delle zone A e B indicate dall’articolo 2 del decreto n. 1444/1968 del Ministro dei lavori pubblici: la prima include le parti del territorio interessate da agglomerati urbani che rivestono carattere storico, artistico o di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi, comprese le aree circostanti che possono considerarsi parte integrante, per tali caratteristiche, degli agglomerati stessi; la seconda, invece, include le altre parti del territorio edificate, anche solo in parte, considerando tali le zone in cui la superficie coperta degli edifici esistenti non è inferiore al 12,5% della superficie fondiaria della zona e nelle quali la densità territoriale è superiore a 1,5 mc/mq.

Quali sono i vantaggi?

Sismabonus

Per le spese sostenute dal 1º gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 spetta una detrazione del 50%, che va calcolata su un ammontare massimo di 96.000 euro per unità immobiliare (per ciascun anno) e da ripartire in cinque quote annuali di pari importo. La detrazione raggiunge il 70 o 80% quando gli interventi producono una riduzione del rischio sismico di 1 o 2 classi; in caso di lavori realizzati sulle parti comuni di edifici condominiali le detrazioni possono raggiungere una percentuale tra l’80 e 85%.

Infine, chi acquista un immobile in un edificio demolito e ricostruito nei Comuni in zone classificate a “rischio sismico 1”, può detrarre dalle imposte una parte consistente del prezzo di acquisto che va dal 75 all’85%, fino a un massimo di 96.000 euro.

Per tutti i dettagli si veda la guida dell’Agenzia delle Entrate cliccando qui.

Ecobonus

L’importo da portare in detrazione dalle imposte si calcola in base alle caratteristiche dell’intervento, e va dal 50% all’85% della spesa. Le spese ammesse in detrazione riguardano sia i costi per i lavori relativi all’intervento di risparmio energetico, sia quelli per le prestazioni professionali necessarie per realizzare l’intervento stesso e acquisire la certificazione energetica richiesta.

Per tutti i dettagli si veda la guida dell’Agenzia delle Entrate cliccando qui.

Bonus Facciate

Se i lavori di rifacimento della facciata, quando non sono di sola pulitura o tinteggiatura esterna, riguardano interventi che influiscono dal punto di vista termico o interessano oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, è richiesto che siano soddisfatti i requisiti di cui al decreto Mise 26 giugno 2015 (“Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici”) e quelli, relativi ai valori di trasmittanza termica, indicati alla tabella 2 allegata al decreto Mise 11 marzo 2008. In queste ipotesi, l’ENEA effettuerà controlli sulla sussistenza dei necessari presupposti, secondo le procedure e modalità stabilite dal decreto interministeriale 11 maggio 2018.

Si applicano le disposizioni del decreto Mef n. 41/1998, ossia il regolamento in materia di detrazioni per le spese di ristrutturazione edilizia.

Per tutti i dettagli si veda la guida dell’Agenzia delle Entrate cliccando qui.


Contatti dal sito






Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del REG. UE 2016/679 dopo aver preso visione dell'informativa estesa di Privacy Policy.L'autorizzazione al trattamento dei dati è indispensabile per poter rispondere ad ogni richiesta.
Acconsento


Consenso al trattamento dei dati personali per il ricevimento della Newsletter aziendale, di comunicazioni relative a nostri servizi, prodotti, promozioni, per finalità di marketing diretto. Leggi qui l'informativa estesa della privacy policy ai sensi del REG. UE 2016/679.
AcconsentoNon acconsento


Consenti il trattamento dei Tuoi dati personali per finalità di profilazione? Per saperne di più leggi qui l'informativa sulla privacy.
AcconsentoNon acconsento