Impresa Sparti: al primo banco nell’edilizia scolastica

Impresa Sparti: al primo banco nell’edilizia scolastica

Sicurezza, miglioramento sismico, accessibilità ed ecosostenibilità: sono questi gli ultimi diktat del Governo in materia di edilizia pubblica e scolastica; è infatti notizia di questi ultimi giorni l’arrivo di altri fondi dedicati all’adeguamento strutturale e antisismico degli edifici scolastici e per la costruzione di nuovi plessi che andranno a sostituire quelli esistenti a rischio.

L’edilizia scolastica è una delle priorità dell’attuale Governo – che sta investendo circa 4 miliardi di euro sulla sicurezza nelle scuole finanziando 3.655 cantieri – ma anche dell’Impresa Sparti, che si sta muovendo in questa direzione.


 

Riduzione del rischio sismico: un opera in tempi record

Con un pizzico di orgoglio possiamo dire, che fra i cantieri già conclusi dall’inizio del piano d’azione del decreto sulla #buonascuola all’avvio dell’anno scolastico 2015-2016 c’è anche uno dei nostri cantieri: la scuola primariaInfanzia San Secondo” di Città di Castello (PG).

Quello che era un intervento di riduzione del rischio sismico si è trasformato in una vera e propria impresa che ha donato la possibilità ai giovani studenti della cittadina umbra di intraprendere l’anno scolastico in un ambiente rinnovato e in piena sicurezza!

L’edificio scolastico, realizzato a cavallo tra il ‘76 e ‘77 con la tecnica della prefabbricazione con strutture a pannelli-parete, era ormai obsoleto e per il Comune di Città di Castello era prioritario salvaguardare l’incolumità dei suoi piccoli cittadini, certificando l’idoneità della struttura ad ospitare quotidianamente attività scolastiche.

Il 29 giugno 2015, ad appalto aggiudicato, abbiamo intrapreso gli interventi strutturali per il consolidamento e per la riduzione del rischio sismico come richiesto dall’OCDPC n.52 del 20 febbraio 2013 e, in soli 2 mesi e mezzo, siamo riusciti ad effettuare 400.000 euro di lavori sui 500.000 preventivati nel piano di spesa.

Contemporaneamente all’esecuzione di tali opere sono infatti state previste altre lavorazioni volte a migliorare le funzioni dell’immobile sempre sotto l’aspetto della sicurezza, ma anche per il superamento delle barriere architettoniche e sul piano del risparmio energetico.

Alla demolizione e alla ricostruzione delle rampe e delle scale dell’edificio scolastico, è seguito anche il rifacimento di tutti gli impianti elettrici e la ristrutturazione e manutenzione degli impianti termo-idraulici. Inoltre ci siamo occupati dell’isolamento termico – inserendo pannelli semi-rigidi in lana di roccia idrorepellente trattati con resine speciali termo-indurenti, del rifacimento della pavimentazione in linoleum, della sostituzione della contro-soffittatura interna ed infine, e non per ultimo, abbiamo apportato alcune modifiche al sistema d’illuminazione precedente. Inoltre è in programma la sostituzione degli gli infissi e della copertura esterna.

Le misure prese dall’Impresa edile Sparti hanno garantito la pedonabilità degli spazi interni ed esterni alla scuola,  l’impermeabilità in condizioni di allagamento e la resistenza a forti azioni di vento e pioggia e ai carichi negativi.

Il 14 Settembre 2015 i bambini della scuola elementare di Città di Castello hanno avuto le chiavi di una scuola praticamente nuova, a misura di bambino e in conformità agli standard europei. Un piccolo record per l’Impresa Sparti che avrebbe dovuto terminare i lavori nel Settembre 2016.


Bioedilizia, ecosostenibilità e accessibilià i principi della buona scuola

Sempre in materia di edilizia scolastica come non menzionare il lavoro che stiamo intraprendendo in Emilia Romagna. Da poco infatti ci siamo aggiudicati l’appalto di un progetto ambizioso che ci vedrà coinvolti per tutto il 2016 nel comune di Castiglione dei Pepoli (BO) dove realizzeremo un nuovo complesso scolastico.

Scuola-Bologna

Nell’area attigua alla già esistente scuola materna, sorgerà infatti il nuovo plesso “Fraz. Lagaro”, in fase di realizzazione.
Qui le aule e le aree di uso comune, disposte su 2 livelli, saranno dotate di tutte le funzionalità e dei migliori comfort; si coniugheranno la necessità di ottenere una soluzione complessiva che non arrechi all’attività della scuola materna garantendo nel contempo piena sicurezza e un facile e corretto utilizzo del nuovo edificio.

 

In questa nostra nuova costruzione il cammino virtuoso della buona edilizia scolastica passerà anche attraverso l’applicazione di ultime soluzioni in tema di bioedilizia. Per le tamponature perimetrali dell’ edificio scolastico saranno utilizzati pannelli X-lam, strutture il legno antisismiche, a strati incrociati ed incollati, di 10 cm di spessore.

Costruzione-x-lam

 

Per le tamponature perimetrali dell’ edificio scolastico saranno utilizzati pannelli X-lam, strutture il legno antisismiche, a strati incrociati ed incollati, di 10 cm di spessore. I pannelli portanti in legno verranno poi rivestiti esternamente con cappotto in poliuretano, mentre internamente con doppio pannello di cartongesso EI 60 (resistenza al fuoco).


La scuola di tutti e alla portata di tutti

Ma fra i principi chiave della “Buona Scuola” c’è anche quello dell’accessibilità

A tal proposito l’Impresa Sparti si è impegnata per il superamento delle barriere architettoniche nella scuola di Controguerra, nel teramano, dove abbiamo inserito un ascensore elevatore che permette anche ai bambini o agli utenti disabili l’accesso ai piani superiori.

 

 

Nell’estate 2015 la nostra impresa si è occupata infatti della realizzazione di un vano ascensore installato all’interno dell’ edificio scolastico di via G. Amadio e del miglioramento dell ingresso all’edificio con rampe e scivoli e delle aree polifunzionali e pedonali di tutta la scuola

Perché la sicurezza è un diritto di tutti i nostri ragazzi e uno dei valori chiave dell’Impresa di costruzioni Sparti!