Progetto per la Scuola della Cassa Edile di Ascoli Piceno

Progetto per la Scuola della Cassa Edile di Ascoli Piceno

Per l’edificio della Scuola Edile e della Cassa Edile della Provincia di Ascoli Piceno e Fermo, abbiamo partecipato alla gara a progetto.

A tal fine abbiamo definito un elaborato che rispondesse in pieno ad una fondamentale esigenza: realizzare un edificio dotato di tutte le caratteristiche necessarie allo sviluppo delle attività formative portate avanti all’interno della scuola e dotato altresì di elementi tecnici, tecnologici e di sicurezza che contraddistinguono un edificio moderno e all’avanguardia.

Il progetto prevedeva la nascita di un grande edificio rettangolare su cinque livelli contenente tutte le funzioni necessarie alle attività didattiche (comprese quelle ricettive), alle attività direzionali e amministrative, ed un elemento semicircolare destinato ad ospitare i parcheggi al piano terra, gli uffici del presidente e del direttore ai livelli superiori e una scala di sicurezza. All’interno del nostro elaborato la realizzazione della struttura era prevista interamente realizzata in cemento armato con l’inserimento in copertura di elementi frangisole metallici; gli ingressi al fabbricato posizionati tutti al piano terra (nel rispetto delle norme sulle barriere architettoniche). Abbiamo poi organizzato la distribuzione delle aperture per l’illuminazione dei locali secondo un disegno intenzionalmente irregolare, su sfalsamenti orizzontali delle finestre, in modo da non enfatizzare la verticalità del corpo di fabbrica e conferire ad esso una certa dinamicità compositiva. Ogni piano dell’edificio è stato studiato in modo meticoloso e per ognuno sono stati previsti spazi e servizi utili e necessari alla funzionalità del fabbricato.

Una nota importante la merita la progettazione degli interventi di salvaguardia dall’esondazione del Fiume Tronto, che costeggia l’area in cui andrà ad insediarsi l’edificio. Abbiamo previsto interventi volti alla salvaguardia dell’edificio e all’incolumità delle persone; tali interventi di fatto migliorano le condizioni idrauliche del corso d’acqua nel tratto di competenza e riducono sostanzialmente la vulnerabilità dell’edificio stesso. In pratica le condizioni idrauliche vengono migliorate attraverso il rifacimento e la soprelevazione degli argini del fiume per un tratto di circa 190m, sino al raggiungimento della quota di progetto che si colloca 0.70m al di sopra del livello idraulico massimo; l’intervento non interessa l’intero corso d’acqua, ma viene realizzato su un tratto significativo che consente la salvaguardia dal rischio di esondazione della scuola edile e di tutte le aree adiacenti.

Altri importanti interventi sono previsti in fase di realizzazione dell’edificio, al fine di ridurre la vulnerabilità. Una particolarità da sottolineare è lo “studio del sole” che è stato fatto per la realizzazione dell’edificio: in base alla posizione geografica della struttura, è stato studiato il movimento del sole in modo da rendere la palazzina costantemente illuminata; per smorzare il fastidioso arrivo della luce diretta dei raggi solari sono stati installati specifici sistemi di oscuramento.